02 Marzo 2021
Il Punto sul Campionato

Mister Dino si confessa

.
04-12-2008 - Intervista a Dino SPATARO
Mister Dino al secolo Dino SPATARO, lunga militanza nel calcio giocato, da un paio di anni in attesa che le sue ginocchia gli ridiano il permesso di calcare i campi da gioco, ha deciso di intraprendere la difficilissima carriera di allenatore:
"Sono entrato a far parte di questo gruppo 3 anni or sono, dopo un lungo corteggiamento calcistico, s´intende, ho deciso di aderire al progetto di Paolo VIOLANTE & Co.
Approccio non facilissimo che ebbe purtroppo il suo epilogo in uno sfortunato pomeriggio sul campo dell´Ippodromo dove le mie ginocchia iniziarono a scricchiolare. E così dopo un intero girone di ritorno presente ai bordi del campo ad incitare i miei compagni, lo scorso anno sono stato chiamato all´unanimità a sedere su questa panchina.
Il mio primo approccio con una vera e propria gestione tecnica di lunga durata, mi ha fatto andare incontro a non poche difficoltà nella gestione del gruppo e nei rapporti con i "Miei giocatori". Così a giugno a salvezza raggiunta, e di questo ne vado fiero, ho sposato totalmente il nuovo progetto dei vecchi e nuovi soci della attuale CECIL.
Metabolizzando in modo ottimale i lati negativi della passata gestione, e contando su un bel gruppo, mi sono buttato in quest´avventura con tutta la passione che mi contraddistingue ed in particolare quando affronto questioni calcistiche. Fortunatamente ho trovato anche validi compagni d´avventura che mi permettono di pensare solo ed esclusivamente all´aspetto tecnico e a come far rendere al meglio i "miei giocatori" ieri miei compagni. Proprio quest´ultimo aspetto mi aiuta molto nella gestione, in quanto posso affermare senza tema di smentite di conoscere tranne i nuovi arrivati tutti i componenti della rosa sia tecnicamente ma soprattutto dal lato umano.
Certamente il mio attuale ruolo non è dei più semplici in quanto devo riuscire a ottenere risultati dando comunque a tutti la possibilità di giocare, ovvio che nell´economia della squadra c´è qualcuno che a fine campionato risulterà più impiegato di altri .
Rispetto alla precedente esperienza riesco ad avere anche la "scorza dura" la capacità di prendere decisione dolorose ma necessarie, al momento i risultati ci stanno dando ragione, abbiamo una degna classifica, e anche se quest´anno il nostro obbiettivo principe è la salvezza non nascondo che avendo ormai conosciuto quasi tutte le nostre avversarie, ed essendo consapevole del potenziale del nostro gruppo e dei suoi ancora notevoli margini di miglioramento, possiamo sicuramente mirare a qualcosa di più del obbiettivo iniziale."



scritto da _

Realizzazione siti web www.sitoper.it